RECUPERATI I DUE CONIUGI PUGLIESI SMARRITI NEI PRESSI DELLE GOLE DEL RAGANELLO

""Recuperati i due coniugi pugliesi smarriti nei pressi delle Gole del Raganello – Recuperati i coniugi pugliesi che hanno, nel primo pomeriggio, richiesto aiuto al 112 perche’ non riuscivano piu a risalire il Raganello a San Lorenzo Bellizzi. In particolare, il marito nella telefonata riferiva di non sentirsi bene e di aver affrontato la discesa del Raganello nei pressi di pietra ponte e di aver lasciato la propria auto in una masseria li vicino. Invece proprio l’assenza dell’auto nelle vicine masserie a pietra ponte da parte degli uomini della Stazione Pollino del Soccorso Alpino Calabria, faceva spostare le ricerche al parcheggio delle Gole Alte del Raganello. L’intuizione ha premiato gli uomini del Soccorso Alpino che in effetti ritrovavano l’auto e anche gli amici dei coniugi che da ore non avevano piu notizie dei due. Due squadre del Soccorso Alpino si inoltravano nel Raganello verso valle e giunti alla confluenza del canale "Maddalena" decidevano di risalirlo. Proprio lungo il canale venivano, non senza difficoltà, ritrovati, sopra una briglia nell’affluente del Raganello. Affaticati ma in buoni condizioni di salute. Insieme ad una terza squadra del Soccorso Alpino venivano riportati alle auto risalendo il canale ove un mezzo 4×4 del Soccorso Alpino riusciva a giungere attraverso una strada sterrata. Di fatto i coniugi, decidendo di tornare indietro invece di seguire il Raganello, imboccavano un affluente e solo grazie all’enorme esperienza e conoscenza del Raganello da parte degli uomini del Soccorso Alpino ha permesso di salvare, in tempi brevi, i coniugi pugliesi.

PARCO DEL POLLINO – RITROVATI I GIOVANI BOY SCOUT SICILIANI CHE SI ERANO PERSI

""Parco del Pollino – Ritrovati i giovani boy scout siciliani che si erano persi nel territorio di Mormanno.   Si erano persi in montagna questa mattina, otto ragazzi di cui cinque minorenni appartenenti ad un gruppo Scout siciliano sono stati ritrovati nel pomeriggio di oggi. A chiedere soccorso una ragazza appartenente al gruppo attraverso una breve telefonata al 112. I Carabinieri sono riusciti a risalire al titolare della scheda telefonica e dopo aver contattato i familiari identificavano il gruppo di appartenenza e il loro itinerario. Partite le ricerche che hanno visto impegnati Carabinieri e Carabinieri Forestali di Morano Calabro e Castrovillari, nel primo pomeriggio è stata anche attivata la Stazione del Pollino del Soccorso Alpino Calabria giunta sul posto con 15 unità. I ragazzi, in buone condizioni fisiche, sono stati ritrovati  sulla strada che dal rifugio Conte Orlando porta al rifugio Biagio Longo nel Comune di Mormanno e accompagnati poi alla Stazione Carabinieri Forestale di Morano Calabro.

CIASPOLANDO VERSO SUD 2017 – GRANDE SUCCESSO NEL PARCO DEL POLLINO

""GRANDE SUCCESSO PER CIASPOLANDO VERSO SUD 2017 – Nel Parco del Pollino oltre un centinaio di partecipanti per l’ unica gara con le ciaspole del Centro Sud Italia Viggianello. Si è conclusa con successo la quarta edizione di Ciaspolando Verso Sud, l’unica gara non competitiva con le ciaspole (racchette da neve) del Centro Sud Italia organizzata a Piano ruggio di Viggianello, domenica 5 Marzo da Infopollino Centro Escursioni e Asd Pollino Discovery, in collaborazione con lo Sci Club di Rotonda. Un centinaio di partecipanti accorsi soprattutto dalla Puglia, dalla Basilicata e dalla Calabria, che si sono sfidati su un percorso tecnico di circa 5 km con saliscendi nei meravigliosi boschi innevati del Pollino. Ecco i premiati delle varie categorie – CATEGORIA MASCHILE: 1° Francesco Martorano, 2° Francesco Antonio Bruno, 3° Francesco De Mare. CATEGORIA FEMMINILE: 1° Anna Francione, 2° L0redana D’Arenzo, 3° Rossella Diotaiuti. Per la FAMILY RUN  i premi sono andati a Giuseppe Palmiro Oliveto, Patrizio Loperfido e Francesco D’alessandro. Premio speciale per Angelo Raffaele Di Cunto, 80 anni che ha concluso la gara tra i primi 20 atleti Hanno onorato la manifestazione il maratoneta Ottavio Andriani, atleta olimpionico e Maurizio Fornier, amministratore dell’azienda veneta FTX, leader in Italia per la produzione delle ciaspole e la CMP, azienda leader per abbigliamento sportivo di montagna. Con questa manifestazione il Parco Nazionale del Pollino ed in particolare Piano Ruggio, altipiano carsico a 1.500 metri, tra i comuni di Viggianello e Rotonda, si presta a diventare un paradiso per tutti coloro che amano camminare sulla neve con le ciaspole. La manifestazione coniuga sport e turismo, – dice Daniele Poerio presidente dell’Asd Pollino Discovery – Nel week-end appena trascorso tante strutture ricettive di Rotonda e Viggianello hanno beneficiato della presenza degli atleti e dei loro accompagnatori con ricadute positive sull’economia locale. Puntiamo per il prossimo anno a far crescere ancora la manifestazione affinché la gara Ciaspolando Verso Sud diventi un’ appuntamento fisso per i tanti amatori che limitano nelle associazioni sportive del Centro Sud Italia” Gli organizzatori ringraziano tutti coloro che a vario titolo hanno contribuito alla riuscita dell’evento e si metteranno a lavoro già per la quarta edizione di Ciaspolando Verso Sud 2018.

CIASPOLANDO VERSO SUD – NEL PARCO DEL POLLINO UNICA GARA CON LE CIASPOLE SULLA NEVE DEL CENTRO SUD

""CIASPOLANDO VERSO SUD – Nel Parco del Pollino unica gara con le ciaspole sulla neve del Centro Sud Italia. Viggianello. Si sono aperte ufficialmente le iscrizioni alla gara Ciaspolando Verso Sud, la quarta edizione della corsa amatoriale con le ciaspole (racchette da neve) che si terra’ a Piano Ruggio di Viggianello (1.530 mt slm), cuore del Parco Nazionale del Pollino, domenica 5 marzo 2016, su un percorso ad anello di circa 5 km. Ideata e organizzata dall’associazione sportiva Pollino Discovery e Infopollino Centro Escursioni, in collaborazione con lo Sci club di Rotonda, la manifestazione quest’anno vedrà come testimonial Ottavio Andriani, il maratoneta pugliese della squadra italiana delle Fiamme Oro. La manifestazione è unica nel Centro Sud Italia, tanto da spingere l’azienda veneta FTX, leader in Italia per la produzione delle Ciaspole, ad essere partner ufficiale di Ciaspolando Verso Sud. Far conoscere e accrescere sul territorio la cultura delle racchette da neve è lo scopo principale di Ciaspolando verso Sud. Il prossimo 5 marzo avrà luogo la quarta edizione della manifestazione, che consiste in una gara di corsa sulla neve con le racchette associata ad una camminata non agonistica (Family Run). Scenario dell’evento la Basilicata e il Parco Nazionale del Pollino, con le sue atmosfere incantate. Due giri di un percorso suggestivo di circa tre chilometri per la corsa agonistica, un giro per la camminata senza cronometro. Nel 2014 furono 60 gli appassionati di ciaspole a presentarsi al via, 40 per la passeggiata non agonistica e 20 per la corsa. Numeri che sono più che raddoppiati nel 2015 e nel 2016 con circa 200 partecipanti tra atleti e partecipanti alla gara non agonistica. Un richiamo dunque, quello dell’evento del Pollino, che pare faccia presa soprattutto sui runner che hanno voglia di cimentarsi sulla neve senza rinunciare al proprio spirito, alla voglia di sfidare se stessi, gli altri e il cronometro. Ma l’organizzazione ha ben presente la propria mission: promozione del territorio e della cultura delle ciaspole. Ecco perché, parallelamente alla manifestazione, sul luogo saranno attive delle aree bambini per far loro conoscere le racchette da neve e sono previste delle gite sulle ciaspole nel Pollino con la partecipazione delle guide del Parco. Sono previsti premi per i primi tre classificati della categoria agonisti maschile e femminile, che consistono in soggiorni nel Pollino durante il periodo estivo, per conoscere il territorio anche durante la bella stagione. Simpatica novità di questa edizione: un premio per chi si presenterà allo start con il look più originale e divertente. Ciaspolando Verso Sud: neve, ciaspole e sorrisi nel Parco Nazionale del Pollino.

PARCO DEL POLLINO, TRAFFICO DI RIFIUTI, DENUNCIATE QUATTRO PERSONE DAGLI UOMINI DEL CFS

""Parco del Pollino, traffico di rifiuti, denunciate quattro persone dagli uomini del CFS – Uomini del Corpo Forestale dello Stato a seguito di un controllo sul territorio, in località Piano Prececchia di Viggianello (Potenza), hanno posto in stato di fermo e denunciato con l’ accusa di associazione a delinquere finalizzata al traffico e allo smaltimento illecito di rifiuti, quattro persone di nazionalita’ romena.   I quattro – due uomini e due donne, residenti in Campania, tra Eboli (Salerno) e Casoria (Napoli) – sono stati scoperti mentre stavano caricando su un autocarro, senza le necessarie autorizzazioni, del materiale ferroso depositato in un cassonetto e vicino ad alcune abitazioni. Inoltre i quattro non sono riusciti a dimostrare la " tracciabilità " di altri rifiuti ritrovati all’ interno dell’ autocarro.

NATALE AL BORGO VIGGIANELLO. MERCATINI, PRESEPI E RAPPASCIONA FEST

""Natale al Borgo Viggianello. MERCATINI, PRESEPI E RAPPASCIONA FEST. Nel tipico borgo lucano, alle pendici delle montagne del Pollino, dal 17 dicembre all’8 gennaio, l’Amministrazione Comunale in collaborazione con le associazioni culturali e le Parrocchie, organizzeranno un calendario di appuntamenti denominato " Natale al Borgo ". Viggianello, paese tra i borghi più belli d’Italia,  ospiterà nella cornice d’eccezione di Piazza Umberto I un presepe vivente con comparse e figuranti vestiti con costumi tipici tradizionali, una casa di Babbo Natale per i più piccoli e un ricco mercatino di Natale, con idee regalo e prodotti enogastronomici di qualità tra arte, artigianato e sapori. All’interno del cartellone molta importanza sarà data alle tipicità culinarie viggianellesi. Infatti nei giorni 30 e 31 dicembre si svolgerà il Rappasciona Fest, un’ evento volto a valorizzare la Rappasciona, una tipica zuppa della cultura contadina che veniva consumata a Capodanno in segno di buon augurio. Composta da ingredienti come mais, grano e fagioli, può essere considerata tra le più antiche zuppe vegane del Pollino. "Si va ormai verso il tutto esaurito nelle strutture ricettive di Viggianello – afferma l’assessore al turismo Adalberto Corraro – e gli ospiti che accorreranno saranno accolti nello splendido scenario del borgo di Viggianello che si animerà nei prossimi giorni grazie a tutte le iniziative messe in campo dalla Proloco e dalle altre associazioni" Inoltre si svolgeranno visite guidate ed escursioni con le ciaspole (racchette da neve) nel cuore del Parco del Pollino, concerti di musica sacra e tradizionale con i maestri zampognari dell’area per rendere fiabesca l’atmosfera del Natale in un borgo tra i più caratteristici dell’area del Pollino.  "Il Natale rappresenta per Viggianello un’altra occasione per valorizzare il territorio e le peculiarità – dichiara il sindaco Antonio Rizzo – Il nostro borgo è già di per sè un presepe e viverlo nel periodo natalizio è fantastico. Piazza Umberto diventa la sede dei mercatini incastonati nella Betlemme in piazza. È l’occasione per degustare i nostri prodotti, tra cui la rappasciona il 30 e 31, ma anche per acquistare regali e trascorrere un pomeriggio per i bambini nella casa di Babbo Natale. Il ‘Natale al Borgo’ è davvero completo e accessibile a tutti ".

SABATO 29 OTTOBRE, ORE 17:30 BIBLIOTECA COMUNALE DI LAINO BORGO: IN RICORDO DI SALVATORE MITIDIERI.

""Sabato 29 Ottobre, ore 17:30 Biblioteca comunale di Laino Borgo: In ricordo di Salvatore Mitidieri. Incontro con Gianluigi Trombetti e Maria Teresa Armentano. Uno sguardo su Mattia Preti. " Leggere le opere d’ arte  della Citta’ di Laino Borgo " – Sabato 29 Ottobre, alle ore 17.30, su iniziativa dell’ Accademia Pollineana di Castrovillari, a conclusione della I rassegna del 2° Festival ricorrente dei Lettori “The Readers”, che aderisce alla campagna nazionale “Libriamoci” (in “Ottobre piovono libri”), la Biblioteca Comunale di Laino Borgo accoglierà l’incontro con Gianluigi Trombetti e Maria Teresa Armentano per celebrare la memoria e l’opera del poeta Salvatore Mitidieri. Tema principale dell’incontro: “Leggere le opere d’ arte  della Città di Laino Borgo”. Sono previsti i Saluti dell’Amministrazione Comunale. Introdurrà ai lavori  Stefano Talarico, Delegato alla cultura. Relazionerà Gianluigi  Trombetti, Storico dell’arte, Bibliotecario dell’Accademia Pollineana, che nell’occasione consegnerà ai massimi rappresentanti delle istituzioni cittadine presenti preziosi documenti settecenteschi reperiti durante le sue ricerche archivistiche. Le Letture e il coordinamento sono affidati  a Maria Teresa Armentano, Docente e Scrittrice. Sarà presente tutto il Consiglio direttivo dell’Accademia Pollineana, presieduto da Filomena Bloise. La cittadinanza e tutti gli interessati sono invitati ad intervenire. Da Segreteria Accademia Pollineana

PARCO DEL POLLINO – CANDIDATA LA FAGGETA DI COZZO FERRIERO A PATRIMONIO MONDIALE DELL’ UMANITA’

""PARCO DEL POLLINO – CANDIDATA LA FAGGETA VETUSTA DI COZZO FERRIERO DEL COMUNE DI ROTONDA (PZ)  A PATRIMONIO MONDIALE DELL’ UMANITA’. PROGETTO: " BEECH FORESTS – JOINT NATURAL HERITAGE OF EUROPE – LE FORESTE VETUSTE DI FAGGIO D’EUROPA DA CANDIDARE NELLA LISTA DEL PATRIMONIO MONDIALE DELL’ UNESCO " – Il Comitato del Patrimonio Mondiale dell’ Unesco ha approvato nel corso del 2010 il programma " Foreste di faggio vetuste dei Carpazi, in Slovacchia e Ucraina " per aggiungerle alle Foreste vetuste di faggio della Germania nel corso della 35a sessione nel giugno 2011 a Parigi. Il Comitato ha raccomandato agli Stati di Ucraina, Slovacchia e Germania, al fine di garantire un approccio globale per la conservazione dei boschi di faggio vetusti d’Europa, di collaborare con il sostegno della IUCN e il World Heritage Centre con gli altri Stati interessati alla ricerca di altre potenziali foreste vetuste di faggio al fine di assicurare la protezione di questi sistemi forestali unici. Nel processo di nuova nomina l’attenzione è focalizzata sulle regioni bio-geografiche situate alle basse latitudini, in particolare sulle “zone rifugio” e sui siti che presentano un gradiente altitudinale che permetterà alle faggete di adattarsi ai cambiamenti climatici. Il Parco Nazionale del Pollino con il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise (Ente capofila del progetto), il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, il Parco Nazionale del Gargano, ha aderito, nel corso del 2012, a tale iniziativa, candidando la Foresta vetusta di Cozzo Ferriero che risulta essere il nucleo vetusto di faggio più meridionale d’Europa, di fondamentale importanza all’interno degli studi sui cambiamenti climatici. La foresta vetusta di Cozzo Ferriero, estesa circa 70 ettari ed edificata da alberi di circa 400 anni di età, nel Comune di Rotonda, è stata candidata, per iniziativa dell’Ente Parco, a patrimonio mondiale dell’umanità dell’UNESCO. Nella giornata di mercoledì 5 ottobre si è svolta una visita ispettiva da parte del Commissario internazionale UNESCO, Dott.ssa Lu Zhi (Cina), accompagnata dai funzionari del Parco, dalla Dott.ssa Cristina Potenza del C.T.A. di Rotonda, dal responsabile scientifico Prof. Gianluca Piovesan dell’Università della Tuscia, il Prof. Francesco Ripullone dell’Università della Basilicata, da vari ricercatori e guide del Parco. Le caratteristiche strutturali e bioecologiche della foresta di Cozzo Ferriero sono ben conosciute al mondo scientifico e della ricerca e gli studi finora condotti sulla stessa fanno parte di un corposo dossier tecnico in possesso del Commissario Lu Zhi. Esprime soddisfazione il Presidente del Parco On. Domenico Pappaterra per la conclusione di questa prima fase del processo di candidatura per il riconoscimento a patrimonio dell’UNESCO di questa meravigliosa faggeta. “Le foreste vetuste sono foreste poco alterate dalla mano dell’uomo in cui il disturbo antropico è pressoché nullo. Scrigni di biodiversità, veri e propri laboratori all’aperto, sono gli ultimi avamposti in cui la natura regna sovrana e per questo siti da proteggere e conservare con estrema cura. L’azione messa in campo dal Parco”, continua il Presidente “con la candidatura della faggeta a patrimonio mondiale dell’umanità è un ulteriore tassello del lungo e impegnativo percorso verso l’auspicato riconoscimento che è previsto nel corso del prossimo anno”.

POLLINOFILMFESTIVAL PRIMA EDIZIONE AL VIA IL 12 OTTOBRE

""POLLINOFILMFESTIVAL PRIMA EDIZIONE AL VIA IL 12 OTTOBRE –  L’ Ass. Cult. Chimera, con il contributo del Parco Nazionale del Pollino e in collaborazione con CAI (CLUB ALPINO ITALIANO) – Sez. di Castrovillari, Gruppo Archeologico del Pollino di Castrovillari, l’ Associazione di promozione sociale EMYS ( gruppo autonomo di base del CTS ) di Castrovillari e la Parrocchia di San Francesco di Castrovillari presentano POLLINOFILMFESTIVAL – I° EDIZIONE – RASSEGNA A TEMATICA AMBIENTALE. La Natura e’ l’ emblema piu’ rappresentativo della diversità, intesa come imperdibile ricchezza.  Abbiamo, pertanto,  pensato a un festival sull’ambiente “un festival per la sostenibilità ambientale” “un festival dedicato all’educazione ecologica”. Nessun interesse economico, politico e/o religioso può prevalere sull’ambiente, sulla storia e sulla cultura dell’umanità. La rassegna prevede la proiezione di 4 film/documentari  che verranno proiettati presso la SALA VARCASIA alle ore 21,00. Si inizia il 12 di ottobre p.v. con  Il sale  della Terra di Wim Wenders, Juliano Ribeiro Salgado Da quarant’anni a questa parte, il fotografo Sebastião Salgado viaggia in tutti i continenti seguendo le tracce di un’umanità in costante mutazione.  La vita e il lavoro di Sebastião Salgado ci vengono rivelati attraverso gli sguardi incrociati di Wim Wenders, anch’egli fotografo e di suo figlio Juliano che lo ha accompagnato nei suoi ultimi viaggi. Terra Madre di Ermanno Olmi il 26 ottobre. E’ un documentario di denuncia quello di Olmi. Denuncia contro le sopraffazioni che anche in questo campo non si scontrano con i rigori della legge perché è il Dio Mercato che detta le non regole del liberismo più sfrenato. Ma non è solo questo. L’economia della felicità di Helena Norberg-Hodge, Steven Gorelick, John Page il 9 novembre.  Un mercato capitalista che promuove eccessivamente la liberalizzazione del traffico commerciale, senza tenere conto delle diversità di popoli e nazioni, è un sistema che rende infelici. Questo è l’assioma della regista, appassionata attivista ambientale alla ricerca di sguardi autentici sparsi nel mondo, dalla freschezza del ‘piccolo Tibet’ alla confusione delle grandi metropoli americane. Alberi che camminano di Mattia Colombo il 23 novembre. Alberi che camminano è lo splendido film girato da Mattia Colombo e scritto insieme a Erri De Luca, che qui dona anche la sua voce. Un legame antico unisce l’uomo al legno. Gli alberi che camminano sono un giovane boscaiolo, un liutaio, uno sculture, un ingegnere navale, un vecchio partigiano. Vi aspettiamo mercoledì 12 ottobre  ore 21 Sala Varcasia. Carla Monaco

PARCO DEL POLLINO – RECUPERATA AQUILA REALE. L’ ANIMALE E’ STATO TRASFERITO PRESSO IL CRAS DI RENDE

""Parco del pollino – Recuperata Aquila Reale. L’ animale e’ stato trasferito presso il Cras di Rende. Gli uomini del Corpo Forestale operanti nel Parco Nazionale del Pollino hanno recuperato un’ Aquila reale,  lo splendido esemplare di circa 5 anni e’ stato notato a terra da alcuni escursionisti in localita’ Pollinello nel Comune di Morano Calabro ( cs) che resisi conto che l’animale aveva difficoltà nel volare, l’ hanno recuperato e contestualmente avvertito il Corpo Forestale dello Stato. Sono quindi intervenuti i reparti di Rotonda (Pz)  e Viggianello (Pz)  che hanno con una vera e propria staffetta trasferito l’ animale presso il Cras di Rende, Centro Recupero Animali Selvatici. Ora nel centro specializzato si cercherà di scoprire che tipo di problema ha  e, dopo le dovute cure, verrà rimesso in liberta nuovamente.