BANDO SOCIAL HOUSING. REGINA: ABBIAMO FATTO UN PASSO INDIETRO COME SENSO DI RESPONSABILITA’ VERSO I DISABILI. PUR AVENDO I NUMERI PER POTER AFFERMARE IL PROGETTO DEL DOPO DI NOI SU MORMANNO IL COMUNE HA DECISO DI TENER CONTO DEI BISOGNI DEL CAD DI CASTROVILLARI

Non solo strategia politica o forza dei numeri dietro le scelte del Cosspo, ma anche grande attenzione alla storia e l’umanità delle famiglie che ruotano attorno alle strutture già esistenti. Poteva essere un risultato politico importante da portare a casa, per chiudere i primi mesi di amministrazione comunale con un nuovo tassello messo in cantiere. Leggi tutto “BANDO SOCIAL HOUSING. REGINA: ABBIAMO FATTO UN PASSO INDIETRO COME SENSO DI RESPONSABILITA’ VERSO I DISABILI. PUR AVENDO I NUMERI PER POTER AFFERMARE IL PROGETTO DEL DOPO DI NOI SU MORMANNO IL COMUNE HA DECISO DI TENER CONTO DEI BISOGNI DEL CAD DI CASTROVILLARI”

CASTROVILLARI, CASTELLO ARAGONESE 28/31 DICEMBRE: I^ MOSTRA INTERNAZIONALE DI ARCHITETTURA DEL PAESAGGIO, V PREMIO SIMONETTA BASTELLI, MOSTRA FOTOGRAFICA E

Castrovillari, Castello aragonese 28/31 dicembre: I^ MOSTRA INTERNAZIONALE DI ARCHITETTURA DEL PAESAGGIO, V PREMIO SIMONETTA BASTELLI, MOSTRA FOTOGRAFICA e CONVEGNO Leggi tutto “CASTROVILLARI, CASTELLO ARAGONESE 28/31 DICEMBRE: I^ MOSTRA INTERNAZIONALE DI ARCHITETTURA DEL PAESAGGIO, V PREMIO SIMONETTA BASTELLI, MOSTRA FOTOGRAFICA E”

PISL. IL COMUNE DI LAINO CASTELLO INAUGURA L’ AREA TURISTICA ATTREZZATA SUL FIUME LAO

""PISL. IL COMUNE DI LAINO CASTELLO INAUGURA L’ AREA TURISTICA ATTREZZATA SUL FIUME LAO. GIANNI COSENZA: SI MIGLIORA L’OFFERTA TURISTICA ATTORNO AL RAFTING. SARA’ UNA VETRINA DELLE PECULIARITA’ DEL TERRITORIO – Una struttura ricettiva nuova di zecca, realizzata con i fondi della Comunita’ Europea attraverso la programmazione Pisl sul turismo messa a bando dalla Regione Calabria, immersa in un’ area di 22.000mq nel verde incontaminato che servirà come approdo per il rafting, peculiarità sportiva del territorio. Il Comune di Laino Castello, guidato dal Sindaco Gianni Cosenza, si appresta ad inaugurare l’area turistica attrezzata di località Campicello. Sabato 4 giugno alle ore 10.30 alla cerimonia di inaugurazione insieme all’amministrazione comunale di Laino Castello saranno presenti il Vescovo di Cassano all’Jonio, Monsignor Francesco Savino, il Presidente del Parco Nazionale del Pollino, Domenico Pappaterra, l’ingegner Giovanni Soda, dirigente del Nucleo di Valutazione Investimenti Pubblici della Regione Calabria, i sindaci del territorio e numerose autorità civili e militari. Parteciperanno inoltre alla consegna della struttura alla ditta aggiudicatrice del bando comunale anche la Dirigente scolastica dell’istituto omnicomprensivo di Mormanno, Elda Cozzetto, la scuola primaria di Laino Castello, le associazioni di rafting e altre associazioni legate al territorio naturale. La struttura, immersa nel contesto naturalistico del Parco Nazionale del Pollino, è inserita in un’area di grande pregio e fascino abbracciati da dal fiume Lao da un lato e dalla sorgente Bongianni dall’altro, a pochi passi dalla “Grotta del Romito” sito preistorico dell’era paleolitica.  Il progetto promosso dall’amministrazione comunale di Laino Castello è nato dall’esigenza di migliorare in «modo prioritario i servizi collegati alle attività di rafting – spiega il Sindaco Gianni Cosenza – che ormai è diventato lo sport praticato in via predominante nel territorio, e che richiama migliaia di turisti provenienti da ogni parte d’Italia e dall’Estero». La struttura nascente diventa una vetrina delle peculiarità del territorio attraverso l’infopoint – previsto al suo interno – che servirà a valorizzare i prodotti tipici, l’artigianato locale, cultura e tradizioni del Parco Nazionale del Pollino promuovendo l’identità territoriale e le specificità dell’area di riferimento. Saranno così proposte tutte le attività sportive e ludiche legate al fiume e alla montagna. Inoltre sarà possibile dare accoglienza ai viaggi d’istruzione per le scolaresche favorendo l’educazione ambientale ed il contatto diretto con la natura.  «Siamo riusciti a realizzare un obiettivo importante – continua il primo cittadino di Laino Castello – mettendo a disposizione delle associazioni e delle società che praticano il Rafting una struttura dignitosa da poter utilizzare per migliorare la loro offerta turistica». Ma di certo non si ferma qui il progetto di valorizzazione delle bellezze naturalistiche e ambientali del territorio. L’amministrazione comunale ha già in programma un pacchetto progetti da candidare tramite i nuovi bandi del PSR, al fine di implementare ulteriormente le attività turistiche legate all’area attrezzata.  Al termine della cerimonia di inaugurazione  seguirà un buffet identitario a cura dell’azienda agrituristica Molinaro, gestore dell’impianto.

DOMENICA 22 MAGGIO FILM POLLINO FILM, PRIMA RETROSPETTIVA DI AUDIOVISIVI SUL PARCO

""Castrovillari – Domenica 22 maggio Film Pollino Film, prima retrospettiva di audiovisivi sul Parco Nazionale del Pollino. Si terra’ domenica 22 maggio alle ore 18 presso il Circolo Cittadino di Castrovillari, la prima retrospettiva di audiovisivi: " Film Pollino Film ", " dall’ archivio privato alla condivisione ", recita il quanto mai significativo sottotitolo dell’ evento. La retrospettiva organizzata dal FAI Delegazione del Pollino, nasce da una idea di Francesco Caruso. Nel corso della manifestazione e’ prevista la proiezione dell’ audiovisivo: " Parco Nazionale del Pollino ", una produzione Areavisivas con la direzione scientifica del prof. Giuseppe Roma. I lavori saranno introdotti da Gianluigi Trombetti ( delegato FAI Pollino al patrimonio artistico ) e coordinati dal giornalista Mario Alvaro ( delegato FAI Pollino alla comunicazione ). Oltre ai saluti del presidente del Circolo Cittadino di Castrovillari, dott. Angelo Giannoni sono previsti quelli del Capo delegazione FAI Pollino, Donatella Laudadio e del sindaco di Castrovillari, Domenico Lo Polito. A seguire gli interventi di Francesco Caruso ( delegato FAI Pollino all’ ambiente ) e del prof. Giuseppe Roma ( Docente di archeologia presso l’ Universita’ della Calabria ). I lavori saranno conclusi dal presidente del Parco del Pollino, Domenico Pappaterra.

A MORMANNO RIAPRE L’ UFFICIO POSTALE, GRAVEMENTE DANNEGGIATO DAL TERREMOTO DELL’ OTTOBRE 2012

""A Mormanno riapre l’ ufficio postale, gravemente danneggiato dal terremoto dell’ ottobre 2012 – Sara’ inaugurato con una semplice, ma significativa cerimonia, venerdi’ 13 maggio, alle ore 10.30, alla presenza del Sindaco Guglielmo Armentano, del direttore della Filiale di Poste Italiane di Castrovillari, Leonardo Bilotta, delle autorita’ locali e dei cittadini, ll nuovo ufficio postale, realizzato in via Romano Ludovico 18. La sede originaria, era stata gravemente danneggiata dal terremoto dell’ ottobre 2012 ed i servizi erano stati trasferiti in una struttura prefabbricata. Adesso, completata la ricostruzione, l’ufficio postale ritorna operativo, con un moderno layout, ma soprattutto, pratico, funzionale e tecnologico.

CIVITA (CS) – ESEGUITI LAVORI SENZA AUTORIZZAZIONE. SEQUESTRATA AREA. LA ZONA NEL PARCO DEL POLLINO

""Civita (cs) – Eseguiti lavori senza autorizzazione. Sequestrata area. La zona interessata ricade all’interno del Parco del Pollino. Deferito il proprietario  – Gli uomini del Corpo Forestale dello Stato di Civita hanno posto sotto sequestro in località “Scariano” un’area di circa 5000 metri quadri, all’interno della zona 2 del Parco Nazionale del Pollino. Nell’appezzamento di terreno vincolato è stata riscontrata l’eliminazione della macchia mediterranea presente a seguito di alcuni lavori di movimentazione terra.  I proprietari, che sono stati deferiti all’autorità giudiziaria, hanno proceduto all’intervento senza l’autorizzazione paesaggistica prevista. Lavori di sbancamento che, secondo gli operatori di polizia, hanno comportato la trasformazione permanente del suolo. L’assenza di SCIA (segnalazione certificata di inizio attività) o di permesso di costruire, nonché di autorizzazione paesaggistica per l’estirpazione della macchia mediterranea presente sul fondo ha fornito gli elementi per poter procedere al sequestro penale. Durante il controllo, il personale Forestale ha accertato che le violazioni sono state eseguite con un mezzo meccanico. L’area interessata al sequestro ricade all’interno della “ZPS” che ricopre tutto il Parco Nazionale del Pollino.

PARCO DEL POLLINO – FURTO DI LEGNA. TRATTI IN ARRESTO DUE GIOVANI DI SAN BASILE

""Furto di legna. Tratti in arresto due giovani di San Basile – Sono stati bloccati mentre trasportavano il materiale con un mezzo – ROTONDA (PZ), 27 aprile 2016 – L’ attivita’ svolta dal Coordinamento Territoriale del C.F.S. per l’ Ambiente procede anche nelle aree contigue al Parco del Pollino . Nei giorni scorsi due giovani di San Basile M.Z e A.Z. sono stati tratti in arresto per furto di legna e danneggiamento dal personale del Comando Stazione Forestale di Morano Calabro. Le due persone sono state intercettate dagli uomini del C.F.S. nel comune di San Basile mentre trasportavano della legna appena trafugata caricata su un mezzo a tre ruote. Dall’attività di controllo e investigativa si è accertato che la legna proveniva dal taglio di alcune piante di Roverella all’interno della proprietà comunale in Contrada Lacco. Il materiale depezzato è stato rinvenuto a bordo di un mezzo utilizzato per il trasporto. Il controllo ha fatto emergere anche che nelle vicinanze della zona interessata erano state tagliate altre piante seppur in epoca antecedente. I due responsabili sono stati arrestati su disposizione del Magistrato di turno della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Castrovillari, il quale dopo le formalità di rito, ne disponeva liberazione in ottemperanza al disposto di cui all’art. 121 delle norme di attuazione del c.p.p.. L’area è stata sottoposta a sequestro penale come anche la legna ricavata dall’illecito abbattimento e la motosega utilizzata per la consumazione del reato. Tali servizi sono il risultato dell’attività di controllo del territorio montano posta in essere dagli uomini del Corpo Forestale del CTA nelle aree contigue al Parco al fine di prevenire e reprimere i reati in danno dell’ambiente e di tipo predatorio dei beni appartenenti al patrimonio boschivo pubblico e privato.