GIANLUCA GALLO – UNA CHIAVE PER INSERIRE POLLINO E SIBARITIDE NEL PATRIMONIO UNESCO

"" Gianluca Gallo – Una chiave per inserire Pollino e Sibaritide nel patrimonio UNESCO. Tra le considerazioni emerse nel corso dell’ intervista che Antonello Fazio ha fatto al consigliere regionale della Calabria, Gianluca Gallo in occasione delle Vallje di Frascineto presso il Museo delle Icone e della Tradizione Bizantina, vi è quella del come riuscire ad inserire l’ area del Pollino e della Sibaritide nel patrimonio Unesco. Come racconta il consigliere regionale, durante gli anni da primo cittadino presso il comune di Cassano allo Jonio venne finanziato uno studio commissionato al noto architetto Laureano, autore dei rapporti che hanno portato all’iscrizione nella lista del Patrimonio dell’umanità UNESCO dei Sassi di Matera e, del Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano. Dallo studio di fattibilita’ era emerso che non e’ piu’ possibile inserire nel patrimonio mondiale singoli pezzi di territorio ( scavi di Sibari, Codice Purpureo di Rossano, Castello di Roseto Capo Spulico ), mentre era invece possibile inserire tutto il territorio Pollino-Sibaritide in virtu’ del passaggio tra Sibari e Pollino delle culture che hanno fatto la storia con segni evidenti ancora oggi grazie all’ esistenza di paesi con tradizioni e caratteristiche autoctone ( italo-albanesi) sostanziati in ben 15. In base a questo assunto sembrano destinate a non essere prese in considerazioni richieste riguardanti singole aree sia pur ricche di contenuti da preservare. La chiave sembra dunque un progetto comune che coinvolga le due vaste aree, la Calabria non ha alcun sito inserito nel patrimonio Unesco.
 

CategorieSenza categoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *