IL FEDERALISMO FISCALE TRA SUSSIDIARIETA’ E SOLIDARIETA’

"" SI E’ TENUTO MERCOLEDI 29 FEBBRAIO A CASTROVILLARI PRESSO IL TEATRO SYBARIS DEL PROTOCONVENTO FRANCESCANO, IL CONVEGNO SUL TEMA: " IL FEDERALISMO FISCALE TRA SUSSIDIARIETA’ E SOLIDARIETA’ ", ORGANIZZATO DALL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE – ASSESSORATO AL BILANCIO ED ALLA PROGRAMMAZIONE IN COLLABORAZIONE CON L’ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DEL CAPOLUOGO DEL POLLINO CHE HA VISTO LA PARTECIPAZIONE TRA GLI ALTRI ANCHE DEGLI STUDENTI. UN MOMENTO DI IMPORTANTE RIFLESSIONE SUL TEMA DEL FEDERALISMO TRA SUSSIDIARIETA’ E SOLIDARIETA’ A CUI HANNO CONTRIBUTO FRANCO BLAIOTTA SINDACO DI CASTROVILLARI, L’ ASS. COMUNALE ALLE FINANZE ORAZIO ATTANASIO, IL PRESIDENTE DELL’ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI VINCENZO DE FRANCO ED IL PRESIDENTE DELL’ENTE PARCO NAZIONALE DEL POLLINO, DOMENICO PAPPATERRA. I LAVORI MODERATI DAL DOTT. PASQUALE PANDOLFI SONO STATI CONCLUSI DAL PROF. ETTORE JORIO, DOCENTE DELLA FACOLTÀ DI SCIENZE POLITICHE DELL’UNIVERSITÀ DELLA CALABRIA ESPERTO CONOSCITORE DI POLITICA FEDERALE. IL DIBATTITO SUL FEDERALISMO IN ITALIA RISALE AGLI ANNI ’70, MA DAL 2001 E’ FORTEMENTE TORNATO IN AUGE COMPLICE LA LEGA CHE AL GRIDO DI ROMA LADRONA E CON IL BENE PLACET DI TREMONTI HA VISTO NEL FEDERALISMO FISCALE IN PARTICOLARE, LA PANACEA DI OGNI MALE. MA E’ DAVVERO COSI’, COME RICORDATO DALL’ ASSESSORE ATTANASIO, IN REALTA’ IL FEDERALISMO FISCALE NASCE DALLA PROFONDA CRISI IN CUI VERSANO E VERSAVANO GLI ENTI, DA UNA PRECISA RICHIESTA DELLA CORTE DEI CONTI CHE NON PERMETTE PIU’ ALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI DI CONTRARRE MUTUI PER FAR FRONTE ALLE SPESE CORRENTI ( PAGAMENTO DEL PERSONALE AD ESEMPIO ) PRATICA QUEST’ ULTIMA CHE HA PRODOTTO IL PESANTE DEBITO DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE ITALIANE.IL FEDERALISMO DUNQUE SI IMPONE NEL TENTATIVO DI DARE MAGGIORE AUTONOMIA AGLI ENTI, RAZIONALIZZANDO LE RISORSE DAL BASSO VERSO L’ ALTO ED ELIMINANDO I TRASFERIMENTI DELLO STATO ALLE SINGOLE REGIONI, QUESTIONE QUEST’ ULTIMA ANCORA LONTANA A VENIRE ( OCCORRERANNO SULLA CARTA NON MENO DI TRE ANNI ). QUANTO DETTO SE NON DETTATO DA PRINCIPI DI SUSSIDIARIETA’ E SOLIDARIETA’ POTRA’ PRODURRE SOLO ULTERIORE MALESSERE SOCIALE CON AUMENTO DELLA POVERTA’ DIFFUSA, L’ IMU PER DIRNE UNA, PREVEDE IL TRASFERIMENTO DEL 50% DELLE RISORSE ALL’ AMMINISTRAZIONE CENTRALE. DEMAGOGIA QUELLA DELLA LEGA? NON PROPRIO, PER IL PRESIDENTE DEL PARCO DEL POLLINO, DIETRO IL GRIDO " ROMA LADRONA " SI NASCONDE UN FONDO DI VERITA’ CON LE TANTE POLITICHE ASSISTENZIALISTICHE CHE PURE AVREBBERO POTUTO E DOVUTO RILANCIARE IL SUD, VEDI LA CASSA PER IL MEZZOGIORNO, I VARI INTERVENTI STRAORDINARI E DOPO I FONDI EUROPEI SALVO RIMANERE INUTILIZZATI. MA E’ LEGITTIMO DARE LA PATERNITA’ DEL FEDERALISMO ALLA LEGA? PER IL PROF. JORIO NO DI SICURO, IL PERCORSO E’ LUNGO E BISOGNA RIFARSI AI PROVVEDIMENTI AMATO DEL ’93 E POI ALLA LEGGE DELEGA DEL ’99, MENTRE AGLI STUDENTI LO STESSO DOCENTE DICE DI INVESTIRE NELLA COSTITUZIONE, E’ IL MODO DI GARANTIRSI MEGLIO IL FUTURO PENSANDO AL LAVORO CHE PIU PIACE FARE, NELLO SFORZO DI DISEGNARE IL WELFARE DEL FUTURO CHE IL PRINCIPIO DI SUSSIDIARIETÀ SEMPRE PIÙ VUOLE CARATTERIZZARE COME ELEMENTO FONDATO SULLA GENIALITÀ CREATIVA DEL SINGOLO E DELLE FORMAZIONI SOCIALI. SEGUE IL VIDEO INTEGRALE
 

CategorieSenza categoria