PARCO DEL POLLINO – IN ARRIVO LA COSTITUZIONE DI SITI DI CONSERVAZIONE DI ANTICHE VARIETA’ DI FRUTTI

L’ Ente Parco Nazionale del Pollino, nell’ambito di un progetto finanziato dal PSR Basilicata 2007-2013, in partenariato con il Dipartimento delle Culture Europee e del Mediterraneo – DICEM dell’ Università della Basilicata e con il supporto tecnico dell’ ALSIA, sta per concludere la costituzione di alcuni siti di conservazione di antiche varieta’ di fruttiferi del Pollino. Attraverso la costituzione di tali siti, realizzati sia in campi coltivati che in ambienti seminaturali, verrà garantita la messa in sicurezza di una buona parte del patrimonio genetico presente nel Parco, salvaguardando l’elevata biodiversità agraria presente, ad oggi infatti risultano censite 41 differenti specie e 519 di antichi fruttiferi, da qualsiasi forma di contaminazione, alterazione o distruzione.  Per come previsto in progetto, le attività si concluderanno con due giornate denominate “tratturi dei frutti ritrovati” in cui, oltre a visitare alcuni siti di conservazione realizzati in ambienti seminaturali, sarà possibile prendere parte ad un “mini-corso pratico” sulle tecniche di innesto e partecipare al “mercatino delle marze”.  A fine progetto, in occasione della giornata mondiale della biodiversità, sarà organizzato un seminario scientifico nel quale, oltre a illustrare l’intero lavoro svolto, verranno presentate e discusse le linee guida che definiranno le metodiche del “piano di gestione della riserva genomica” nel territorio del Parco Nazionale del Pollino. Gli eventi previsti si svolgeranno nelle seguenti date:16/04/2015: “Tratturo dei frutti ritrovati” in località Prastio di Viggianello (PZ), 23/04/2015: “Tratturo dei frutti ritrovati” in località Piano Frassino di San Costantino Albanese (PZ), 22/05/2015: Seminario scientifico conclusivo a Rotonda. 

CategorieSenza categoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *