SANDRO BERARDONE NEL RICORDO DEL PRESIDENTE DEL PARCO NAZIONALE DEL POLLINO, MIMMO PAPPATERRA

" Quando si dice un’ amicizia, leale e sincera, che va al di la’ della comunione o meno di idee e dell’essere impegnati, insieme, nell’ amministrazione di un territorio tanto bello quanto complesso come il Parco nazionale del Pollino. Sandro Berardone, questo territorio, lo amava più di se stesso e lo portava con sé in ogni sacrosanta rivendicazione che da sindaco del suo paese, San Costantino Albanese, prima e di Castronuovo Sant’ Andrea, poi, perorava con passione politica e civile propria di chi aveva tratto dalla lunga militanza nella sinistra uno stile di vita ". E’ questo il ricordo di Domenico Pappaterra, presidente del Parco Nazionale del Pollino che rammenta: «Non c’era riunione della Comunità del Parco, da lui presieduta, in cui Sandro non portasse le giuste, legittime ed anche spesso esasperate istanze dei cittadini della sua Basilicata ed anche della Calabria, di quella Calabria in cui lui si era fatto conoscere ed apprezzare per l’immediatezza con cui era capace di improntare le relazioni personali.»  «Con lui – prosegue Pappaterra – se ne va un pezzo di Parco. Non c’è dubbio. Ma anche e soprattuto un amico con cui confrontarsi sugli incessanti e pressanti problemi delle popolazioni, che erano l’unico suo riferimento. Un politico d’altri tempi, si direbbe oggi: proiettato unicamente al bene comune. Un testimone da oggi non più in vita, ma di certo, proprio per questo, ancora più importante da indicare a tutti coloro guidano comunità locali e aree naturali d’alto pregio, come il Pollino, perché dal suo esempio si tragga la forza per proseguire un’opera in cui pochi uomini hanno creduto come Sandro Berardone.»  «L’Ente Parco Nazionale del Pollino – conclude Pappaterra – dai suoi dirigenti al personale tutto, piange ora per un’altra grave perdita, dopo quella di un’altra persona per bene andata via, qual era Luigi Viola, deceduto alcuni anni fa.»

CategorieSenza categoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *