TARTUFO DEL POLLINO, FIRMATO PROTOCOLLO D’ INTESA PER LA VALORIZZAZIONE

""Siglato importante protocollo d’ intesa per la valorizzazione del Tartufo del Pollino. Nella Giornata del 24 e’ stato siglato dai rispettivi Presidenti un protocollo d’intesa tra l’Accademia delle tradizioni enogastronomiche di Calabria e l’ Accademia del Tartufo del Pollino. E’ stato sottoscritto nella giornata del 24 cm un protocollo d’ intesa tra l’ Accademia delle tradizioni enogastronomiche di Calabria e la neonata Accademia del tartufo del Pollino, continua così l’attività dell’ente che opera con riconoscimento regionale, finalizzata a valorizzare quelle che sono le risorse enogastronomiche di questa regione, alcune volte sconosciute. Afferma Giorgio Durante Presidente dell’ATEC “ dobbiamo dar merito agli  attivi fondatori dell’Accademia del Tartufo del Pollino, ed al Presidente Pierfrancesco Rocca di aver individuato e studiato questo prezioso tubero che fino ad oggi in Calabria era materia di pochi cultori e cercatori”. Insomma una bella scoperta  da valorizzare, anche ad integrazione del reddito del territorio dove il Tartufo nasce, e cioè nell’incontaminato  comprensorio del Pollino.  Superfluo sottolineare che il tartufo rappresenta quando di più pregiato possa offrire la gastronomia calabrese. Dice bene Rocca quando afferma che “questa risorsa alimenta un mercato del tartufo sconosciuto ufficialmente e che molto spesso il nostro tubero del Pollino viene acquistato da operatori del nord per poi essere diversamente targato”. la valorizzazione di questa eccellenza di Calabria, fa parte di un patrimonio enogastronomico che può essere a ben vedere primario fattore di sviluppo. Bianco o nero e la sua caratterizzazione legata al territorio sarà argomento di approfondimento in una serata prevista per il 19 dicembre alle ore 18.00 presso l’Enoteca Regionale nel centro storico di Cosenza, per la presentazione ufficiale  dell’Accademia del Tartufo del Pollino. UFFICIO STAMPA ACCADEMIA DELLE TRADIZIONI ENOGASTRONOMICHE DI CALABRIA

CategorieSenza categoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *