VIADOTTO ITALIA,INCONTRO IN MATTINATA A ROMA, INTANTO LA REGIONE CALABRIA CHIEDE LO STATO DI EMERGEN

""Il presidente del Parco, Domenico Pappaterra e i sindaci di Mormanno, Guglielmo Armentano, di Laino Borgo, Gianni Cosenza, di Rotonda, Rocco Bruno, ritengono piu’ che proficuo l’ incontro avuto stamani a Roma col ministro per le Infrastrutture, Graziano Del Rio sull’ autostrada A3, al quale  hanno partecipato il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, l’ assessore calabrese, Nino De Gaetano, quello alle Infrastrutture della Basilicata, Aldo Berlinguer, il Prefetto di Cosenza, Giancarlo Tomao, il presidente dell’ Anas, Gianni Armani, il sindaco di Diamante, Sollazzo e l’ assessore Cannata di Amantea in rappresentanza di tutti i sindaci del Tirreno cosentino. L’incontro – che ha messo a fuoco l’urgenza di sbloccare la vicenda del Viadotto Italia – è servito anche a pianificare gli interventi da effettuare sul territorio come compensazione del grave disagio provocato dal crollo del ponte e dalla chiusura dell’A3 Salerno-Reggio Calabria.  “Abbiamo trovato – dichiara Pappaterra anche a nome dei sindaci del Pollino – un interlocutore non solo conoscitore del problema ma anche profondamente attento alle istanze che in primis il presidente della Regione, Oliverio, ha posto al ministro stesso. Dopo una serie di approfondimenti è risaltato che c’è fiducia e attesa per l’incontro di domani alla Procura di Castrovillari – verso cui è stato espresso pieno rispetto –  con l’Anas che ha presentato un progetto di risanamento del pilone del viadotto e i cui lavori, se venissero autorizzati dalla Procura, consentirebbero prima dell’esodo estivo la riapertura della corsia Sud dell’autostrada. Se ciò accadesse anche i problemi relativi ai percorsi alternativi potrebbero essere affrontati con una tempisitica diversa”. “La seconda questione sollevata – riferisce ancora Pappaterra – è che il ministro Del Rio, rispetto alle misure di compensazione territoriale già sottoscritte dall’Anas con l’Ente Parco e i quattro comuni interessati dai lavori (Morano Calabro, Laino Borgo, Laino Castello, Rotonda), si è impegnato a reperire nell’accordo di programma con l’Anas le risorse necessarie per finanziare i progetti delle opere previste nell’accordo medesimo. Va aggiunto – ha dichiarato Pappaterra – che a seguito di precise richieste della Regione Basilicata e del Comune di Rotonda, anche la SP 4 nella Provincia di Potenza, che attraversa Rotonda, sarà oggetto di attenzione da parte di Anas e del ministero”. Nel medio termine, infine, il ministero e l’Anas su espressa richiesta del presidente Oliverio e del presidente Pappaterra, si sono impegnati a verificare tempistica e modalità d’intervento sulla ex SS. 19 delle Calabrie che nella prospettiva può diventare la vera bretella alternativa alla Salerno-Reggio Calabria. In tal senso l’Anas disporrà dei sopralluoghi immediati, e il presidente del Parco ha dato la disponibilità dei suoi tecnici per collaborare in questa direzione. Intanto dalla giunta regionale della Calabria arriva la notizia che e’ stato chiesto alla Presidenza del Consiglio dei Ministri lo stato di emergenza a causa del crollo del viadotto "Italia", che ha comportato la chiusura del tratto dell’A3 compreso tra Laino Borgo e Mormanno.  L’esecutivo, è detto in una nota, ha chiesto anche "una Commissione ministeriale ispettiva al fine di verificare le cause dell’evento e quantificarne gli enormi danni alle attività economiche calabresi".

CategorieSenza categoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *