Era di Lauria (PZ) l’ operaio vittima dell’ incidente sul lavoro alla Metropolitana 4 di Milano

Era di Lauria la vittima travolta da un grosso masso in un cantiere della Metropolitana 4 di Milano. Si chiamava Raffaele Ielpo, 42 anni, l’ operaio  è morto in una zona di scavi in piazza Tirana in un cantiere aperto per i lavori della Metropolitana 4 di Milano. Stava prendendo le misure a un muro di un cunicolo di collegamento quando è stato travolto da un grosso masso che l’ha colpito al torace e alle gambe. L’operaio si trovava a 18 metri di profondità con altri colleghi nel cantiere dove c’è un manufatto, una sorta di pozzo di aerazione necessario per i lavori. È stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco per estrarlo. È stato portato in gravissime condizioni all’ospedale San Carlo dove è morto poco dopo le 20. L’incidente è avvenuto intorno alle 18,35 del 13 gennaio scorso. Ielpo, caposquadra delle operazioni di scavo con le talpe, stava seguendo alcuni lavori di edilizia in corso nelle gallerie già realizzate. L’ ennesima triste storia di morte sul lavoro, al di là della facile retorica sull’ emigrazione dei giovani del sud, si esprime il cordoglio alla sua famiglia e la vicinanza ai suoi colleghi. Il presidente della M4 spa, Fabio Terragni ha dichiarato che:” La società concessionaria è a disposizione delle autorità affinché possa essere chiarita con il massimo rigore la dinamica dell’incidente”. Solidarietà e disponibilità per la famiglia per tutto quanto fosse necessario è arrivata anche dall’ Amministrazione comunale di Milano nella persona del sindaco, Giuseppe Sala.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *